Il piccolo libro della Poesia. Grandi autori e le loro opere in pillole | la CRONACA di RAVENNA

Il piccolo libro della Poesia. Grandi autori e le loro opere in pillole

Racconta alcuni dei poeti più celebri e significativi della storia. "Un invito a riscoprirli, assaporando la bellezza delle opere che ci hanno regalato”

11 agosto 2021 - E’ davvero piccolo questo libro dell'Editoriale Programma, ma è importante e utile perché lo si può mettere in borsa e leggere delle ‘pillole’ durante un qualsiasi viaggio, anche breve, oppure nella sacca del mare e tirarlo fuori dopo una passeggiata o dopo una nuotata.
Tutto questo riguarda il lato pratico, ma passiamo al contenuto, anzi ai contenuti perché, come si legge nella presentazione:
“In questo libro si è scelto di raccontare alcuni dei poeti più celebri e significativi della storia, quelli che abbiamo incontrato sui banchi di scuola o di cui abbiamo letto le citazioni; questa volta, però, il racconto avviene per mezzo di un ritratto costituito dai loro versi più famosi, brevi cenni di poetica e le illustrazioni di Linda Simionato che corredano ciascun capitolo, per dare finalmente un volto a tutti i grandi autori. Più che un’antologia è un invito a riscoprirli, assaporando la bellezza delle opere che ci hanno regalato”.

Sono davvero tanti gli autori perché si parte dai primi poeti, poi quelli classici per soffermarsi sul latino e sul volgare. Ma ci sono anche autori stranieri che hanno fissato le svolte più incisive a tutta la poesia mondiale. Io mi soffermerò su quelli che mi piacciono di più mentre il lettore potrà scegliere secondo i propri gusti.
“Cantami, o Diva, del pelide Achille” implorava Omero, originario forse di Chio o Smirne, e incantava gli studenti dei primi anni di scuola media con le incredibili e coinvolgenti vicende di tanti eroi greci. Mentre Ovidio, in una dialettica che ieri come oggi rispecchia la natura umana, ammoniva: “Tendiamo sempre a ciò che è vietato e bramiamo ciò che ci viene negato”.
Non vi sembra che sia valido ancora oggi? Saltiamo ‘lo dolce stil novo’ricordando solo Guinizelli e il suo “Al cor gentil reimpara (ripara) sempre amore come l’ausello in selva e la verdura”.

Un salto verso l’umanesimo ci porta a incontrare Petrarca e Boccaccio, il racconto, in breve, della loro vita e della loro scelta poetica. Parecchie sono le pagine dedicate a Blake, Wordsworth, Coleridge, Byron, Shelley e Keats, il Romanticismo anglosassone che ci porta ad una visione idilliaca della natura, ‘dipinta’ da Wordsworth:
“Vagavo solitario come/una nuvola/che fluttuava in alto/sopra valli e colline,/quando all’improvviso/vidi una folla,/ un mare, di narcisi/dorati;/vicino al lago, sotto gli alberi,/tremolanti e danzanti /nella brezza”.

Certo è molto più dolce e musicale la versione in lingua inglese, ma lo scopo di questo libro è proprio di incuriosire, far ricordare, con piccole pillole, il resto dipende da ogni lettore. “I wandered lonely as a cloud/that floats on high o’er vales and hills,/when all at once I saw a crowd,/a host, of golden daffodils”. Un ritmo che sottolinea i passi di chi passeggia, cioè l’autore.

Passiamo al pessimismo cosmico di Leopardi che, come ebbe a scrivere Giovanni Papini nel saggio a lui dedicato: “trasformò l’angoscia in contemplativa dolcezza, il lamento in musica soave, il rimpianto dei giorni morti in visioni di splendore”. E poi ci sono poeti tedeschi, quelli tra Oriente e Occidente, l’interiorità di Umberto Saba, la poetessa delle donne Alda Merini.

Io vorrei chiudere con una suggestione estiva che mi porta ad un poeta e scrittore non sempre amato e non da tutti, ma nei suoi versi troviamo la carezza della natura:
“Taci. Su le soglie/ del bosco non odo/parole che dici/umane; ma odo/parole più nuove/che parlano gocciole/e foglie/lontane./ Ascolta. Piove/ dalle nuvole sparse./Piove su le tamerici/salmastre ed arse/piove su i pini/scagliosi ed irti/piove sui mirti/divini,/su le ginestre fulgenti/di fiori accolti/…” (da La pioggia nel pineto. G. D’Annunzio).

Anna De Lutiis


© copyright la Cronaca di Ravenna
CONDIVIDI

Altro da:
Un libro per te

"C’era una volta… a Ravenna", storie e vicende raccontate da Franco Gàbici

Un libro che celebra la memoria, spesso divertita, per i luoghi e i personaggi della ...

"C’era una volta… a Ravenna", storie e vicende raccontate da Franco Gàbici

Un libro che celebra la memoria, spesso divertita, per i luoghi e i personaggi della ...

"L'abbaglio del tempo", di Ermanna Montanari

Il romanzo racconta «la bellezza affettiva d'un luogo inventato», svela il luogo ...

"L'abbaglio del tempo", di Ermanna Montanari

Il romanzo racconta «la bellezza affettiva d'un luogo inventato», svela il luogo ...

Un perfetto «romanzo in forma di teatro» intorno alla figura di Grazia Deledda

Al centro, tre momenti della sua vita lontani decenni l'uno dall'altro. È l'unica ...

Un perfetto «romanzo in forma di teatro» intorno alla figura di Grazia Deledda

Al centro, tre momenti della sua vita lontani decenni l'uno dall'altro. È l'unica ...

RAVENNA FESTIVAL

Un libro per te

"C’era una volta… a Ravenna", storie e vicende raccontate da Franco Gàbici

Un libro che celebra la memoria, spesso divertita, per i luoghi e i personaggi della ...

Sopra le righe

Kate Middleton compie 40 anni, le foto ufficiali dell’artista ravennate Paolo Roversi

È l'autore dei tre ritratti della duchessa di Cambridge che entreranno a far parte ...

"Intrigo alla Baiona", un dono dell'associazione Dis-ORDINE

Un raro reperto della creatività ravennate, girato integralmente a Ravenna nel 1960. ...

Riccardo Muti, prove aperte in San Romualdo con la Cherubini e allievi del Verdi. «Questi ragazzi portano qui la musica e la vita»

Tre Sinfonie di Verdi in presenza del pubblico nel nuovo auditorium ricavato nella ...

Jovanotti 3/ «Quando lo scorso ottobre si è riaperto il cielo, ho scritto come un pazzo»

Sarà molto di più di un concerto, un contenitore di eventi che – insieme a Intesa ...

Jovanotti 2/ «Quella volta che venni a Marina di Ravenna in motorino»

Il video della presentazione del Jova Beach Party 2022

Jovanotti 1/ Fissati per l'8 e 9 luglio i concerti a Marina di Ravenna del #jovabeachparty2022

L'artista: «Spero di portare gioia alla città e anche lavoro e buone cose per l’economia ...

Maria Pia Timo e la piadina, da Zelig alla Vespa Teresa. INTERVISTA

Il nuovo libro dell'attrice, comica e cabarettista faentina

“L’isola disabitata”, un sogno tra Settecento e giorni nostri. INTERVISTA al direttore d'orchestra e al regista

Nicola Valentini e Luigi De Angelis, entrambi ravennati, entrambi al debutto operistico ...