Basket Ravenna. L'OraSì sfiora l'impresa, contro Jesi finisce 69-72 | la CRONACA di RAVENNA

Basket Ravenna. L'OraSì sfiora l'impresa, contro Jesi finisce 69-72

match interno contro la fortissima General Contractor Jesi, reduce da ben 10 vittorie filate

31 marzo 2024 - L’intensissima settimana cestistica dell’OraSì, iniziata sabato scorso a Ozzano, è arrivata a compimento in questa vigilia di Pasqua con il match interno contro la fortissima General Contractor Jesi, reduce da ben 10 vittorie filate.
Il bottino settimanale dei bizantini aveva già fruttato 4 punti pesantissimi ma l’occasione dell’“en plein” faceva davvero sognare. Ghizzinardi, coach dei marchigiani, al via manda in campo gli esterni Merletto, Marulli, Rossi supportati in area dai lunghi Tiberti e Casagrande. Bernardi ripropone il quintetto delle ultime uscite formato da Panzini, Paolin, Nikolic (ancora nel ruolo di 3), Ferrari e Onojaife.

Pronti via e Ferrari vola ad appoggiare al vetro un alley-oop alzato da Nikolic: 2-0. Mire rivedibili delle squadre nei primi attacchi, con Jesi che prova sempre ad arrivare al ferro. Marulli (4 punti), Rossi e Tiberti provocano il primo allungo ospite, ampliato da una fiondata di Casagrande che porta sul 4-10 il punteggio dopo 3’41.

Due bombe di Paolin e Nikolic per il 10 pari ma subito Marulli va per il 10-13, rintuzzato da Panzini dopo 6’30”. Nove punti di Ferrari portano i bizantini sul 22-17 quando entra in campo Dron a poco più di 1 min. dal termine del 1°quarto. Tiberti segna solo 3 punti nel periodo ma sotto le plance è attivissimo. De Gregori chiude il 1° periodo con 4 punti di ottima fattura. 26-17 dice il tabellone dopo 10′.

Il 2 °quarto lo inaugura Casagrande segnando da tre dall’angolo. Bedetti attacca dal post basso e ne mette due poi, dopo un errore di Jesi, De Gregori schiaccia il primo +10 giallorosso dopo 11′. Ancora il centro ravennate e Dron fanno danni alla difesa jesina così che, dopo 13′, l’OraSì conduce 34-20. Sul successivo +14 quando mancano 3' all’intervallo lungo, Bruno prima e Tiberti poi accorciano il divario che poi Marulli e Varaschin riportano sotto la doppia cifra al 18’10”.  
Bernardi chiama time-out ma al ritorno in campo Nikolic viene sanzionato di infrazione di passi e poi prende tecnico. Rossi segna il libero ma Panzini in entrata porta sul 40-31 dopo 19’30’. Fallo su Tiberti che mette entrambi i liberi arrivando così a 7 punti e rimbalzi personali nel match. Siamo 40-33 ma allo scadere, Nikolic mette dall’angolo la sua seconda tripla per il nuovo +10 giallorosso (43-33) dell’intervallo lungo.

Ravenna tira 18/35 dal campo gioca bene (10 assist) e tiene al rimbalzo (19) mentre Jesi sbaglia molto (12/34, 3/11 da 3) ma prende 22 rimbalzi. Nella terza frazione di gioco, Tiberti, su assist di Merletto, e Nikolic, con una bella azione personale in mezzo all’area, scrivono il 45-35 dopo 21’30.

Marulli ruba palla e riporta Jesi a -8. La difesa mista di Jesi copre bene il campo ma anche quella di Ravenna crea grattacapi ai marchigiani. Passano così 4″30 del 3° quarto con il punteggio ancora sul 47-37. Tiberti realizza il 47-39 dopo poco più di 25′ poi, dopo qualche minuto, porta dalla lunetta i marchigiani al -7.

Quattro punti di De Gregori allontanano i ravennati ma Marulli in entrata (13° punto) e Bruno con la “bomba” dall’angolo riducono a 6 i punti di ritardo di Jesi (54-48) a 2’21 alla fine del periodo. Schiaccia De Gregori (14° personale) ma Casagrande colpisce da 3 56-51. Due liberi di Bruno portano Jesi a -3 ma sul finire Dron inventa un bel jumper da 5 metri per il 58-53.

Nell’ultimo periodo apre Panzini da 8 metri per il +8 (61-53) ma dopo 10″ Valentini lo copia: 61-56 dopo 33″.
Panzini rilancia e colpisce stavolta da 9 metri ma è Casagrande a rispondergli per le rime dall’angolo: 64-59 a 7’58” dalla fine della gara.
Difese sempre più aggressive con Jesi che lascia pochi varchi ai giallorossi.
Un bel reverse di Casagrande porta la General Contractor al nuovo -3 ma poi spara un air-ball che poteva valere il pareggio.

Una magia di Dron in entrata riporta avanti l’OraSì ma gli risponde Rossi rubando la linea di fondo e segnando in appoggio rovesciato. Ravenna perde progressivamente l’inerzia ma i marchigiani non ne approfittano. Nikolic serve un assist a Onojaife che mettendo a segno anche l’aggiuntivo, riporta I bizantini a +6 (69-63) dopo 34’24”. Varaschin attacca il canestro dal centro area, segna, prende a sua volta il fallo e con la trasformazione dell’aggiuntivo, Jesi torna a -3. Tiberti, imbeccato sotto canestro da Valentini, segna il -1 al 37′ (69  -68). Sbaglia Dron e Varaschin pareggia dalla lunetta con poco più di 2 da giocare.

A 1’35” dalla sirena, Jesi passi avanti sul 69-71. L’OraSì pasticcia negli attacchi prima con Dron, che tira dopo i 24″, e nell’azione dopo, con Nikolic e Paolin che non riescono a tirare prima del fischio degli arbitri per passi. Mancano meno di 4″ alla sirena e Dron fa fallo immediato su Marulli che sbaglia il primo tiro libero ma mette il secondo per il +3 degli ospiti. A 3″ dalla fine l’OraSì ha la rimessa per l’ultimo tiro: la palla arriva rapidamente a Paolin che spara la tripla, in tempo ma purtroppo non a bersaglio.
Vince Jesi 69-72. dimostrando una grande solidità e la determinazione di chi davvero punta al salto di categoria. Per Ravenna un’altra bellissima prestazione purtroppo resa vana dall'avversario.

Tabellino

OraSì Ravenna - General Contractor Jesi 69-72 (26-17, 17-16, 15-20, 11-19)

OraSì Ravenna: Ferrari 16 (4/5, 2/6,T.L. 2/3 ), De Gregori 14 (6/6, 0/0, T.L. 2/3), Panzini 13 (1/2, 3/4, T.L. 2/2), Nikolic 8 (1/5, 2/6), Dron 6 (3/8, 0/5), Paolin 5 (1/2, 1/5, T.L. 0/1), Bedetti 4 (2/2, 0/1),  Onojaife 3 (1/4, 0/0, T.L. 1/1), Allegri  N.E., Laghi N.E., Galletti N.E., Brunetto N.E.

Tiri liberi: 7 / 10 - Rimbalzi: 29 4 + 25 (De Gregori 8) - Assist: 16 (Panzini, Nikolic 4)

General Contractor Jesi: Tiberti 15 (4/11, 0/0, T.L. 7/9), Marulli 14 (5/7, 0/2, T.L. 4/5), Casagrande 14 (1/3, 4/6), Varaschin 10 (4/5, 0/0, T.L. 2/3), Rossi 7 (2/4, 1/4), Bruno 7 (1/5, 1/5, T.L. 2/2),  Valentini 5 (1/4, 1/6), Merletto 0 (0/2, 0/1), Vita sadi 0 (0/0, 0/0), Nisi 0 (0/0, 0/0), Malatesta 0 (0/0, 0/0), Carnevale 0 (0/0, 0/0).

Tiri liberi: 15/19 - Rimbalzi: 34 10 + 24 (Tiberti 11) - Assist: 13 (Rossi, Valentini 3)


© copyright la Cronaca di Ravenna

CONDIVIDI

Altro da:
Sport

Finale Playoff al Benelli, il Ravenna vuole chiudere in bellezza

Contro il Corticella. Domenica 19 maggio alle 16

Finale Playoff al Benelli, il Ravenna vuole chiudere in bellezza

Contro il Corticella. Domenica 19 maggio alle 16

Successo della 'partita del cuore'. Raccolti 5.500 euro

Il Ravenna Calcio li consegna all'associazione Agebo che dà sostegno ai bambini ricoverati ...

Successo della 'partita del cuore'. Raccolti 5.500 euro

Il Ravenna Calcio li consegna all'associazione Agebo che dà sostegno ai bambini ricoverati ...

Tour de France: Cervia protagonista della seconda tappa domenica 30 giugno

Per la prima volta nella storia, il giro a tappe più antico percorrerà anche le strade ...

Tour de France: Cervia protagonista della seconda tappa domenica 30 giugno

Per la prima volta nella storia, il giro a tappe più antico percorrerà anche le strade ...

RAVENNA FESTIVAL

Sopra le righe

"Strùffati": Comune e Prefettura in difesa delle persone vittime di truffe. Il video con Maria Pia Timo

Tornano le azioni sul territorio. Si parte martedì 9 aprile alle 20.30 all'Almagià ...

Ortazzo, «lo scandalo continua»

Gli ambientalisti: «Il Parco del Delta non emette alcun cenno risoluto rispetto a ...

Dialogo sul Mediterraneo. INTERVISTA a Marc Lazar

È uno dei due protagonisti con l’ex Ministro Marco Minniti, del dibattito organizzato ...

Architettura, «una nuova visione con al centro la qualità». INTERVISTA

Come sfuggire alla schiavitù nei confronti delle logiche di mercato. Ne parla Marco ...

Salvò al mondo la Domus dei Tappeti di Pietra

RavennAntica intitoli uno spazio pubblico a Ezio Fedele Brini

Prospettiva Dante. Giancarlo Giannini incanta il pubblico

L'attore italiano ha aperto la XII edizione del festival promosso dalla Fondazione ...

Celebrato il 702esimo annuale di Dante. LE FOTO

Dalla prolusione alla Biblioteca Classense all'Offerta dell'Olio

Alluvione/ Oltre 600 firme per la petizione “Stop al pagamento delle utenze"

Promossa da una cittadina di Fornace Zarattini, Alessandra Musumeci. «Eni, Hera, ...